Quando l'intestino va in vacanza...


Non per tutti, purtroppo, l'estate e le vacanze sono sempre sinonimo di relax, soggiorni rigeneranti, riposo e tintarella.

Per chi soffre di intestino pigro e problemi associati, proprio in questa stagione si può andare incontro alla cosiddetta "stitichezza estiva". Con l'aumento delle temperature, l'organismo tende a disidratarsi più rapidamente e ciò rende le evacuazioni meno frequenti anche se il consumo di abbondante verdura e frutta fresca introduce un quantitativo di fibre maggiore.

L'acqua, il rimedio più semplice e indispensabile può essere un utile rimedio alla stitichezza favorendo il transito intestinale e impedendo alle fibre di provocare gonfiore, pesantezza e, appunto, stipsi.

L’antipatica stitichezza estiva può accompagnarsi, a sua volta, a tensione addominale, spasmi, affaticamento e altri disturbi. Ma basta seguire poche semplici regole, per preservare le vacanze da fastidi e disagi!

Le cause della stitichezza
Soprattutto le donne, in estate, incorrono in episodi di irregolarità intestinale e stipsi, dovuti alle variazioni ormonali, il ciclo mestruale, la gravidanza o la menopausa che incidono sulla funzionalità dell'intestino. Ma anche per gli uomini il caldo e la scarsa idratazione possono determinare l'insorgenza della fastidiosa irregolarità intestinale. Se poi si aggiungono fattori quali viaggi e spostamenti, il fatto di trovarsi lontani dall'ambiente domestico, il cambiamento dei ritmi quotidiani e delle abitudini alimentari, l’alterazione del ciclo sonno/veglia, uniti a una maggiore sedentarietà, determinano spesso l'urgenza di trovare rimedi per la stitichezza.

Rimedi per la stitichezza in vacanza: a tavola
La prima regola aurea perché anche il corpo possa godere delle meritate vacanze estive è bere tanta acqua. Per questo, è opportuno incrementare la quota giornaliera di acqua (non meno di 2 litri), ed eventualmente aggiungere a essa spremute, estratti, frullati e centrifughe, rigorosamente senza zuccheri aggiunti.

Cibi e bevande che andrebbero limitati:

- carboidrati raffinati e prodotti lievitati;
- grassi e insaccati;
- latte e derivati;
- alcol e zuccheri semplici.
Questi alimenti danno luogo a un eccesso di fermentazione nell'intestino e alterano il microbiota causando, nel lungo periodo, fenomeni irritativi e processi infiammatori.

Alimenti da prediligere, oltre alle porzioni giornaliere di frutta e verdura fresche:

- dosi bilanciate di crusca,
- cereali integrali,
- bevande vegetali
- semi; in particolare i semi di psillio e quelli di lino – aggiunti a una ricca insalata, a una macedonia o a un centrifugato fresco, esercitano una funzione regolatrice e riducono gli stati infiammatori mantenendo il tuo intestino in salute.

Le buone pratiche per abitudini salutari
Se l'estate significa relax, bagni di sole e buona tavola, tra i principali rimedi per la stitichezza in vacanza non bisogna dimenticare l'attività fisica!

In generale gli sport all'aria aperta migliorano la circolazione sanguigna, stimolando il metabolismo, incrementando l'attività dei muscoli e favroiscono la motilità intestinale. 

La risposta Salus che arriva dalla natura
Gli integratori Salus sono completamente naturali, e sfruttano l’efficacia delle erbe per ripristinare la normale attività dell’intestino e mantenerlo protetto ed efficiente. Grazie alla formulazione equilibrata, gli integratori liquidi possono essere presi regolarmente.