“Saran belli gli occhi azzurri/e il nasino un pò all’insù/ ma le gambe, ma le gambe/ sono belle ancor di più!” recitava la canzone. E come dargli torto? Le gambe sono una delle parti del corpo che più amiamo scoprire, magari con un bel tacco per slanciarle. Ma che strazio quando invece sentiamo le nostre gambe gonfie, stanche e affaticate! E il danno è duplice perché non solo non ci fanno stare bene, ma ci fanno sentire anche meno belle!

Ecco allora i nostri consigli per prenderci cura del benessere delle gambe in maniera naturale! Partiamo dal principio.

Pesantezza delle gambe: le cause principali

Le principali cause della pesantezza alle gambe, che spesso si manifesta anche con gonfiore localizzato soprattutto alle caviglie, possono essere ricondotte a un problema sia di ritenzione idrica (In questo caso leggi “Liberati della Ritenzione Idrica Naturalmente – Guida Pratica”), sia a una circolazione sanguigna da stimolare. Troppe ore seduta o troppe ore in piedi affaticano le gambe dando un fastidioso senso di stanchezza, gonfiore e in certi casi anche formicoli e manifestazioni dolorose. Nell’eventualità che tu debba riattivare la circolazione, ecco nel dettaglio le 6 mosse per avere gambe più leggere e belle!

Le 6 mosse per gambe leggerissime

1. Acqua fresca e pediluvi

Soprattutto con gli ultimi colpi di coda del caldo, può essere utile concedervi brevi docce direzionando il getto freddo sulla zona delle gambe, caviglie o polpacci, dove accusate maggior gonfiore e pesantezza. Puoi anche effettuare dei freschi pediluvi aggiungendo, per una coccola in più, olii essenziali come lavanda, menta o timo.

2. Un po’ di movimento ogni giorno

Stare diverse ore seduta in ufficio o, al contrario, dover stare molto tempo in piedi per lavoro, significa affaticare molto le gambe, perché non favoriamo la circolazione sanguigna. Per riattivare la circolazione e alleviare il senso di pesantezza che ti accompagna a fine giornata, prova a dedicarti ogni giorno una breve passeggiata anche solo di una ventina di minuti. Potresti parcheggiare l’auto più distante, oppure scegliere tra i percorsi a piedi dei giardini cittadini.

3. Un massaggio alle gambe

Precisiamo che per massaggi particolari è sempre meglio rivolgersi a personale qualificato ed esperto. Se però vuoi solo alleviare un po’ il senso di pesantezza delle gambe a fine giornata puoi effettuare da sola un piccolo massaggio. Procedi così: compi con le mani dei movimenti circolari partendo dalle caviglie e procedendo verso l’alto.

Quando torni a casa dal lavoro potresti anche sdraiarti alcuni minuti tenendo le gambe alte, utilizza semplicemente dei cuscini, in modo da far defluire meglio il sangue dalle caviglie e aiutarle a

 

4. Impacchi al Tè verde o all’Aceto


Per alleviare la pesantezza delle gambe, si possono realizzare degli impacchi con ingredienti assolutamente comuni, presenti in tutte le case: Tè verde oppure Aceto.

Ecco come procedere per l’impacco al Tè Verde: lascia in infusione per almeno 8 ore le foglie di tè verde in acqua bollente. Filtra il tè e immergi nel tè filtrato delle garze di cotone da applicare, una volta ben strizzate sulle gambe gonfie, fino a quando non proverai maggior sollievo.

Ecco come procedere per l’impacco all’Aceto: diluisci 1 parte di aceto in 10 parti d’acqua e immergi delle garze in cotone sufficientemente lunghi per avvolgere le caviglie. Fai in modo che l’impacco non sia troppo stretto e lascia agire per almeno 15 minuti. Effettua questo impacco la sera, prima di coricarti.

5. L’importanza dell’alimentazione


Anche se può non sembrare, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale anche per il benessere e la bellezza delle nostre gambe, soprattutto quando il gonfiore è causato da Ritenzione Idrica. Se non l’hai già fatto leggi il nostro articolo “Liberati della Ritenzione Idrica Naturalmente – Guida Pratica” dove troverai gli alimenti da evitare e quelli da privilegiare per il drenaggio dei liquidi, oltre che alcune indicazioni utili sul consumo di tisane, che sono un modo davvero valido e assolutamente non invasivo per depurare in maniera naturale l’organismo soprattutto in caso di eccessivo accumulo di liquidi e tossine

Se soffri di problemi di circolazione, più che di ritenzione idrica, scegli una tisana al Biancospino, perché questa pianta è molto efficace per il benessere circolatorio. 

La tisana Salus Biancospino proviene da piante officinali di agricoltura biologica: In una tazza, versa l’acqua bollente direttamente sul sacchetto e lascia in infusione per 5-10 minuti. Per dolcificare utilizza preferibilmente miele o zucchero di canna grezzo.

6. Integratori naturali per il benessere delle gambe

Potresti anche fermarti qua: pediluvi, impacchi, massaggi, più movimento, un’alimentazione corretta, potrebbero bastare per avere gambe sane e belle. Ma se vuoi concederti un trattamento con un effetto più profondo e duraturo, accompagna alle 5 mosse già spiegate anche l’assunzione di un integratore alimentare naturale che favorisca la circolazione delle gambe e ti aiuti ad alleviare il senso di pesantezza soprattutto nei periodi di maggior stress e nei cambi di stagione.

Gli integratori naturali più indicati per il benessere delle gambe sono Saluvision Tavolette, che contiene mirtillo favorendo la funzionalità del microcircolo in particolare capillare, e i succhi di pianta fresca Ortica e Betulla. Entrambi i succhi, come tutti i succhi della linea contengono piante officinali da agricoltura biologica, raccolti e imbottigliati in giornata. 200 ml per un concentrato di benessere per le gambe dalle piante.